Breaking News

Le ultime Notizie da Le Bussole di Of

UBI BANCA

STRATEGIA AL TEMPO DEL DOPO BREXIT

UniCredit propone un prestito-voucher per acquistare online i prodotti del Subito Banca Store e arreda alcune filiali come un negozio di prodotti per la casa di fascia alta. UBI Banca annuncia un nuovo piano industriale che prevede strutture dedicate alla previdenza complementare mentre si concentra sul “progetto casa” con un sito educational sui mutui. Banca Popolare di Vicenza lancia una nuova gamma di conti correnti inserendosi nella scia dei prodotti modulari. Credem promuove una iniziativa per la consulenza in filiale. Queste le notizie più rilevanti del periodo giugno-luglio 2016. Proseguono intanto le consuete promozioni estive concentrate soprattutto sul “passaparola” e sui mutui a spread ribassati o con premi, tra cui spicca il divano offerto ai nuovi clienti di Hello bank!. ...


INTESA SANPAOLO

HUMAN VS. DIGITAL. INIZIA LA “RIVOLUZIONE”?

La relazione tra banca e clienti contagia anche gli investimenti e la consulenza, che si spostano online e si completano in filiale. Dopo la novità di CheBanca!, che ha lanciato il robo-advisory per i clienti, anche i principali istituti di credito hanno iniziato a interrogarsi sull’opportunità di creare piattaforme di investimento virtuali. MPS, per esempio, ha appena concluso uno studio di fattibilità. L’interesse suscitato da questi strumenti è tale che Of-Osservatorio finanziario ha deciso di dedicare uno speciale in questo numero di La Bussola Innovazione. Con l’obiettivo di fotografare lo stato dell’arte a oggi in Italia, in confronto con quanto sta avvenendo negli Stati Uniti, dove i primi esperimenti risalgono ormai al 2008...


INTESA SANPAOLO SHARING IDEAS

TRA PASSATO E FUTURO

Dopo un massiccio utilizzo di social network e campagne online si torna a puntare sulla televisione. UniCredit è on air con uno spot sulle soluzioni più innovative, come il conto che si apre con un selfie. Intesa Sanpaolo con il mutuo giovani e il payoff “sharing ideas” per mostrare come le filiali siano un luogo di incontro e scambio di idee. UBI Banca promuove il suo servizio via app UBI Money. Bper vuole trasmettere attraverso la tv i valori del suo brand. Banca Mediolanum sceglie come protagonisti i clienti reali....


rapporto agroalimentare di of 2016

LA SFIDA DELLE BANCHE PER IL SOSTEGNO DELL'AGROALIMENTARE

Il settore agroalimentare è trainante per l’economia italiana. L’Italia si posiziona al terzo posto per valore aggiunto, dopo la Germania e la Francia. L’export è cresciuto negli ultimi anni, tra il 2008 e il 2015, del 41%.
Una spinta ancora maggiore al comparto agroalimentare è stata data da Expo Milano 2015, legato ai temi dell’alimentazione. Il comparto sembra essere sempre più centrale anche nelle logiche di supporto e finanziamento delle banche italiane che, grazie ad accordi con stakeholder del settore, a prodotti e servizi bancari ad hoc e nuovi strumenti innovativi, sono sempre più disposte a sostenere le eccellenze del Made in Italy. OF ha realizzato il primo Rapporto Agroalimentare incluso in questo numero speciale di La Bussola PMI...


il leasing immobiliare

COME RECUPERO LA MARGINALITA' IN CALO DI CONTI CORRENTI E MUTUI

La marginalità media dei conti correnti dal 2010 a oggi è in calo di oltre il 10%. È quanto emerge dall’analisi dei bilanci di 23 gruppi bancari secondo l’algoritmo proprietario di OfPowerView Analytics, il big data di Of. La marginalità dei prodotti bancari è in effetti in calo medio un po’ in tutti i segmenti di mercato. Nel retail, quindi, nei conti come nei mutui, si cercano strade alternative. E si sperimenta. (...) Nei mutui la ricerca di ciò che fa rendere di più è alla base delle promozioni: è il caso del leasing immobiliare per privati, lanciato da UniCredit il 26 aprile 2016 (...)


il nuovo Internet banking di Widiba

VERSO UNA NUOVA MULTICANALITA'

Le innovazioni attivate nel bimestre di rilevazione marzo-aprile 2016 ruotano infatti per lo più intorno allo sviluppo dei canali di gestione remota dell’operatività: home e mobile banking. In particolare, è da sottolineare l’incremento di servizi aggiuntivi che consentano un utilizzo della banca a distanza secondo peculiarità specifiche non disponibili in filiale. Per quanto riguarda l’home banking prosegue, come anticipato da Of nel numero di La Bussola Innovazione di febbraio 2016, il restyling delle piattaforme di Internet banking da un punto di vista grafico. Ma è degno di nota anche il nuovo servizio di sottoscrizione facilitata del conto corrente introdotto da UniCredit che permette l’apertura anche via app di MyGenius con un selfie (...)


locandina CheBanca! comici a teatro aprile 2016

ROMPERE GLI SCHEMI

Il mese di marzo e i primi giorni di aprile 2016 sono stati contraddistinti da 4 trend significativi.
1. Mutui. Of Osservatorio finanziario è in grado di anticipare che a breve Intesa Sanpaolo annuncerà importanti novità, il che contribuirà ulteriormente a rafforzare l’impegno del sistema bancario in questa fascia del mercato. In genere si opta per soluzioni a tasso fisso. (...) 2. Metodi alternativi di finanziamento. La prima ad aver annunciato novità è UniCredit, che attraverso il responsabile prodotti e servizi Real Estate, Massimo Macchitella, ha anticipato a Of Osservatorio finanziario, nell’intervista (...) Nell'immagine la locandina dell'evento teatrale di CheBanca! dedicato ai clienti investitori.


Antonetti Area Chief Innovation Officer di Intesa Sanpaolo

SPECIALE PIATTAFORME PMI

Sono sempre più numerose le banche che sostengono la clientela small business (Pmi e start up), non solo con i servizi e prodotti tradizionali ma anche con forme alternative come le piattaforme online.
Of-Osservatorio Finanziario ha effettuati alcune prove (YouWorld di Banco Popolare, Mestiere Impresa di BNL-BNP Paribas e Bper Estero di Bper). A cui si aggiungono interviste. Per UniCredit, Paola Garibotti, Head of Country Development Plans. Per Intesa Sanpaolo, Monica Cristanelli, Responsabile Ufficio Internazionalizzazione, che ha parlato di Opportunity Network e Vincenzo Antonetti, Area Chief Innovation Officer (nella foto), di Tech Marketplace.


la nuova filiale di Banca Popolare di Bari a Bari

LE PIU' BELLE BANCHE DEL MONDO

Ogni numero di La Bussola Retail dedica uno speciale alle "Più belle banche del mondo", ovvero alle nuove filiali bancarie progettate per accogliere in modo nuovo i clienti. Banca Popolare di Bari ha inaugurato la sua il 22 febbraio 2016 in Corso Vittorio Emanuele II a Bari. Il nuovo concept denominato “Mia” si basa sulla multicanalità e accoglie in cliente in un’atmosfera più aperta e accogliente. Bussole e armadietti portaborse sono stati sostituiti da una facciata trasparente. L’area H24 include quattro Atm evoluti e un chiosco per operazioni senza contante, mentre all’ingresso il personale accoglie, orienta il cliente e fornisce informazioni e consulenza attraverso l’utilizzo del monitor multi-touch interattivo integrato nel piano del welcome-desk.(...)


atm

COME SARA' IL BANCOMAT DEL FUTURO

Il commercio è diventato sempre più high-tech –basti pensare ai pagamenti tramite dispositivi mobili, alle carte di credito con pin e chip e persino alle impronte digitali o ai lettori della retina– eppure l’amore per il vecchio contante è ancora forte. Le banche non ignorano certo questo amore e stanno investendo milioni in importanti migliorie ai propri sportelli automatici. Proprio la settimana scorsa la Chase Bank, la più grande banca al consumo degli Stati Uniti per valore patrimoniale, ha annunciato piani per il lancio di distributori di contanti a cui i clienti possano accedere dai propri telefoni cellulari, senza dover utilizzare alcun tipo di tessera. La maggioranza dei 18.000 sportelli automatici della Chase sarà provvista di questa funzionalità entro la fine del 2016. (...)


campagna ndeutsche bank per consulenza anche per clienti non affluent

PARLARE AL CLIENTE

In un periodo complesso, dove l’elemento dominante è l’incertezza, le banche provano a tranquillizzare i clienti. E lo fanno utilizzando strumenti tradizionali, quali pubblicità tabellare e vetrofanie, ma anche maxi affissioni, per veicolare messaggi che rischiano però di creare ancor maggiore confusione. Questi messaggi vanno da un generico richiamo “abbi fede in noi che siamo i migliori” al più tecnico riferimento al CET1, già di difficile comprensione se spiegato in un documento di sintesi, figurarsi in una vetrofania. La difficoltà nel comunicare questi (e altri) concetti solleva l’annoso problema: (...)


spot poste italiane e cassa depositi e prestiti

2016. ECCO L’ANNO DEL CLIENTE MARGINALE

A dicembre 2015 Fineco Bank, dopo 15 anni di attività, ringraziava, con video e maxi cartelloni pubblicitari, il milione di clienti “che parlano di noi” (in effetti si tratta di 730 mila tra conti correnti e depositi secondo i numeri di Of PowerView Analytics di Of a fine 2014). Un risultato non proprio così soddisfacente per un periodo di attività così lungo. Ma anche le nuove banche, come CheBanca!, Hello bank! e Widiba, solo per citarne alcune, non riescono ancora a raggiungere il break even.
Cambia banca una percentuale ancora molto bassa della clientela.
I principali istituti di credito si stanno concentrando, quindi, su chi è già cliente, ma opera poco con il proprio conto corrente. Si tratta del cosiddetto “cliente marginale”, che (...)


spot pos ubi 500

"RIPRESA" DEVE ESSERE LA PAROLA CHIAVE 2016

Nel 2016 la sfida di far ripartire il Paese deve essere necessariamente colta e vinta. E “ripresa”, dovrà essere la parola chiave del prossimo anno. Una ripresa che passa attraverso tre strade principali.
Prima strada: i finanziamenti. UniCredit conferma la sua strategia volta a premiare prodotti e servizi pensati soprattutto per Internet con un “prestito istantaneo” da web. Mentre BPM riporta all’attenzione il suo “finanziamento operazione impresa in ripresa”. E Banca Marche offre sostegno alle imprese con “diamo credito alla ripresa”. Ma torna di moda anche il factoring, servizio negletto negli ultimi due anni (ad esempio in Creval e Bper). (...)


spot widiba

COME MEDIOBANCA VUOLE DIVENTARE LA TERZA BANCA RETAIL ITALIANA. COME RIBATTONO LE ALTRE BIG

Dopo l’annuncio ad ottobre della trasformazione in banca di Compass, è ancora il Gruppo Mediobanca, e più nello specifico CheBanca!, ad essere al centro delle news più importanti del periodo. Se già con la creazione della nuova Compass Banca sembrava chiaro l’obiettivo della capogruppo di guadagnare il posto di terza banca retail d’Italia, dopo Intesa Sanpaolo e UniCredit, ora con l’acquisizione delle attività italiane di Barclays da parte di CheBanca! la strategia si sta ancora più chiaramente delineando. Grazie a questa acquisizione, infatti, la banca online del gruppo raddoppia la raccolta indiretta – da 3,1 a 6,2 miliardi di euro – e aumenta la base clienti del 40%, arrivando a quota 770 mila e avvicinandosi così alla quota prefissata di 4,5 milioni di clienti. E l’accordo mostra come CheBanca! sia maggiormente concentrata sul cliente “evoluto” che non acquista solo prodotti basic come il conto o il mutuo ma che cerca anche consulenza per gli investimenti. Non a caso dei 220 mila clienti acquisiti, oltre 50 mila rientrano nella fascia “premium” e degli oltre 3 miliardi di raccolta indiretta 2,1 riguardano il risparmio gestito. (...)


isp filiale

2016. MULTICANALITA’, CAMBIA TUTTO. I CLIENTI HANNO SCELTO

II concept che hanno guidato la scelta per nuovi portali e di home banking e app di mobile banking degli ultimi tre anni incontrano la realtà. E scoprono di non piacere poi molto. I clienti vogliono altro. Magari preferiscono di più usare un bancomat evoluto in una filiale che li accolga anche con ambienti più confortevoli. Non amano parlare con un operatore robotico in una webchat ma preferiscono il contatto umano da cui il proliferare delle video chat. Non si trovano comodi a operare da tablet o iPad, ma sono affezionati al loro laptop. O ancora: che pretendono risposte immediate, chiarezza, personalizzazione dei contenuti eccetera eccetera. (...)


isp filiale piazza cordusio milano

IL CAMBIO DI STRATEGIA DI INTESA. LE AMBIZIONI DI CHEBANCA!/COMPASS

Il conto corrente, come da mesi segnala Of, non può più essere venduto da solo. Servono una vasta gamma di prodotti e servizi aggiuntivi mentre a poco portano le numerose iniziative che regalano buoni acquisto o prodotti hi-tech in caso di nuove sottoscrizioni. Lo sa in primis Intesa Sanpaolo, che con il suo programma Banca 5 punta all’acquisizione da parte di ciascun cliente di 5 prodotti diversi ma lo sanno anche tutti (...)


bnlmestiereimpresa

LE 5 ALTERNATIVE PER IL SOSTEGNO ALLE PMI

Tra le 5 principali alternative per dare un forte sostegno alle piccole e medie imprese La Bussola PMI segnala le iniziative legate alla filiera di Intesa Sanpaolo con una intervista esclusiva di Stefano Barrese, responsabile marketing della Banca dei Territori ISP; le piattaforme per incontrare e aiutare le imprese di ISP, UniCredit e BNL-BNP Paribas; i servizi per monitorare gli incassi (...)


intesa sanpaolo

OTTOBRE: CINQUE TREND FORTI

Sono 5 le novità più significative che sono state riscontrate nel mese di settembre e nei primi giorni di ottobre per questo numero della Bussola Retail. 1. L’entrata in campo di Compass, che diventa Compass Banca e si unisce all’altra realtà retail del gruppo Mediobanca, CheBanca!. La società che per ora ha erogato soprattutto prestiti punta ad espandere la sua gamma con altri prodotti, forte dei suoi 2,4 milioni di clienti. Nel prossimo futuro ci si aspettano quindi nuove offerte su carte di credito, prestiti, e il potenziamento delle attività congiunte(...)


intesa sanpaolo

LA BANCA RISCOPRE I PAGAMENTI DA CELLULARE

C’è un grande fermento nel mondo dell’innovazione bancaria. I mesi estivi, nel periodo di rilevazione compreso tra luglio e settembre 2015 sono stati caratterizzati da numerosi proclami e nuove uscite che, spaziano in raggi d’azione non propriamente tipici dell’attività bancaria. Sono servizi extra, aggiuntivi, come quello di UniCredit che, per esempio, continua a puntare sulle startup e a settembre ha avviato il nuovo ciclo di iscrizione allo StartLab, il programma di accelerazione che premia le startup più meritevoli in diversi settori. O di Intesa Sanpaolo prossima a presentare la sua prima agenzia di intermediazione immobiliare. (...)


CHEBANCA

I CINQUE TREND DELL’ESTATE 2015

Partendo dalle iniziative dell’estate 2015, in particolare nel mercato della raccolta (conti e depositi), ecco i cinque trend principali. 1. Rendimento sulla liquidità. CheBanca!, ad esempio, è tornata a puntare sul tasso (l’1,8% lordo su sei mesi e solo fino a 3mila euro) e lo ha ampiamente usato come strumento promozionale. La banca online del Gruppo Mediobanca-Compass ha comunicato anche con pagine tabellari i rendimenti, sicuramente più elevati, ottenuti nell’anno trascorso sulle polizze multi ramo (...)


UBI VIDEO MEDIASET PASSIONE FARE IMPRESA

RANK, FILIERE E PIATTAFORME AL CENTRO DEL NUOVO CREDITO

Factoring e filiere sono le due parole chiave del periodo di rilevazione. Con l'aggiunta di numerose iniziative legate a “piattaforme”, ovvero a siti web che aprono a servizi tradizionali, quali i contatti commerciali, la richiesta di anticipi fatture, la fatturazione o più semplicemente la promozione e la pubblicità; o innovativi quali le piazze virtuali, i data base di start-up e fornitori di tecnologie, (...)


INTESA SANPAOLO

IL CUBO DI RUBIK DEL MARKETING BANCARIO/2

“Il cubo di Rubik del marketing bancario (leggi in La Bussola di giugno 2015), che mette in evidenza l’apparente inefficacia dei media tradizionali, induce a seguire nuove strade. Tra queste la più apprezzata sembra, attualmente, quella che affianca gli spot radio – al centro delle campagne estive – al canale YouTube e in tono minore ai social. La Tv di Google, infatti, tenta la scalata alla Tv commerciale nella raccolta pubblicitaria. In attesa di Netflix, la più importante webTv al mondo, in procinto di sbarcare anche in Italia il prossimo autunno. YouTube infarcisce di spot anche i mix personali, segno che la profilazione del cliente è ormai una realtà, grazie anche all’uso di sofisticati sistemi di analisi che sono rafforzati dall’accettazione dei cookies utilizzati anche dai portali di tutte le banche. (...)


WEBANK

LA STRADA MAESTRA

“Ricchi ma poveri”, ovvero i dilemmi della classe media. Da sempre le società che erogano prestiti sono attratte dal business che lega il prestito personale, fino ai 20-30 mila euro, a persone “average”. Un prestito che serve a evitare di scivolare verso il basso nello status sociale, concedendosi l’auto nuova, il viaggio esotico, ma anche di pagare le spese sanitarie. Da fine anno, negli USA ci sarà un nuovo importante competitor. Che si propone di erogare prestiti personali con un app. Senza far passare il cliente da una filiale o da un negozio. Si tratta di Goldman Sachs, il gigante finanziario che è già all’opera per trovare 100 giovani per gestire il business. (...)


filiali mobili

LE FILIALI DEL FUTURO SONO (ANCHE) MOBILI

Lo speciale di questo numero di La Bussola Retail descrive le principali novità nelle filiali in Italia e all'estero: Banca Sella, Widiba, Banca Generali, Bper stanno lavorando per preparare nuove filiali utilizzando tecnologie all'avanguardia. E all'estero invece si sperimenta con filiali mobili in modo da essere presente anche in località difficilmente raggiungibili (...)


ubi

INNOVAZIONE E SPECIALIZZAZIONE. ECCO LE NUOVE PAROLE CHIAVE PER LE PMI

Sono le banche territoriali le protagoniste del periodo, in particolare BPM, Banco Popolare, Carige e Credem. Le piattaforme innovative sono al centro delle offerte. Sono da segnalare la fatturazione elettronica (Credem) e il supporto ai pagamenti fiscali (Banca Popolare di Milano). Senza dimenticare tutta una serie di applicazioni e prodotti allegati al conto corrente, che non è più il prodotto da vendere, ma un vero e proprio abbonamento ai servizi della banca. Tra questi, sono da segnalare in particolare le carte di pagamento e i Pos, sia tradizionali che mobile (questo mese, sono arrivate le nuove offerte di MPS e Deutsche Bank) (...)


cm

LA BANCA SI SPECIALIZZA

Intesa Sanpaolo, banca-assicurazione. UniCredit, banca-immobiliare. UBI Banca,banca-pagamenti. E ancora: Cariparma-Crédit Agricole, banca-agricoltura. Si potrebbe continuare. I principali istituti di credito si specializzano. E così, Intesa Sanpaolo promuove la sua prima multiramo con una campagna che parte dalle vetrofanie nelle filiali e insieme ai prestiti - oltre che ai mutui - offre un prodotto assicurativo. UniCredit ha chiamato la stampa economica per presentare le iniziative del comparto immobiliare. Ubi Banca è in campagna con una carta di pagamento, dopo avere sostenuto per un periodo molto lungo la promo di UBI Pay. Nessuno dei tre gruppi maggiori tralascia gli altri comparti, ma è su questi segmenti principali su cui gioca la ripresa. Mentre le popolari sono in corsa nello sviluppo di nuovi brand, app, portali e servizi home e mobile banking, cercando di dominare il passaggio verso le SpA. (...)


cm

I DUBBI,I TIMORI E L’INCERTEZZA DEL MERCATO

I dubbi riguardano la effettiva ripartenza del mercato. Il 2014 sembrava aver segnato una inversione di tendenza e la domanda media era in risalita del 9,8% nei primi 9 mesi del 2014, secondo Banca d’Italia. La fine del 2014 e l’inizio del 2015 hanno segnato, invece, un esaurirsi della spinta iniziale. Pur in presenza di un ritorno al segno positivo sul mercato immobiliare. In una fase di surplace, si assiste a un palleggiarsi di responsabilità: la banca dice che il cliente si tiene lontano e il cliente si lamenta che la banca è di manica corta. Il dubbio s’insinua in chi deve fare previsioni sulla crescita progressiva del mercato. D’altra parte i numeri parlano chiaro. Banca d’Italia segnala che dal 2012 in media oltre il 40% delle domande non è accolta. Ma il dato andrebbe segmentato per gruppi bancari. In questo caso si realizzerebbe che il mercato è sostenuto quasi interamente nel periodo di rilevazione di questo report dalle Banche di Credito Cooperativo e dalle popolari o territoriali. (...)


cm

Le nuove frontiere del marketing

È uno dei trend dell’ultimo anno, anche se ha radici storiche molto profonde. Il content marketing (vale a dire il marketing attraverso i contenuti) è diventato, infatti, uno strumento al quale molti istituti di credito dedicano significative risorse. L’obiettivo, quasi sempre lo stesso, è quello di comunicare all’esterno, alla platea di nuovi potenziali sottoscrittori i prodotti e le offerte delle banca, spiegandone al contempo il funzionamento. Non solo per spingere verso nuove acquisizioni. Ma anche per colmare quel gap informativo che, per molti istituti di credito, è dovuto a una comunicazione inadeguata da parte dei canali informativi tradizionali. Il punto è che, spesso, molti clienti non conoscono l’offerta bancaria, non sanno come utilizzarla, o quali strumenti sottoscrivere per fare investimenti. E il marketing si trasforma di conseguenza, arrivando a esplorare territori che poco hanno a che fare con l’esperienza bancaria, spaziando in diversi settori che includono le news, ma anche la creazione di altri contenuti non bancari e servizi online destinati anche ai chi non è ancora cliente. (...)


non solo soldi

Io futuro di UBI Paramerica

UBI Pramerica, per promuovere i prodotti di investimento a lungo periodo, in particolare UBI Pramerica Bridge Solution, ha aperto un nuovo portale www.prontipartenzadomani.it e ha realizzato una ricerca dal titolo “Io Futuro” entrambi illustrati al Salone del Risparmio da Andrea Pennacchia, amministratore delegato e direttore generale di UBI Pramerica Sgr. La ricerca ha evidenziato come gli Italiani abbiano una scarsa dimestichezza con il proprio futuro: investono poco o comunque non abbastanza per garantirsi anche a tarda età un tenore di vita adeguato: la metà degli intervistati - uomini e donne nella fascia di età compresa tra 30 e 65 anni - non è in grado di quantificare le risorse di cui avrà bisogno per realizzare i progetti futuri. La progettualità per il domani risulta approssimativa. Il portale evidenzia il trend verso una “vita più lunga” anche oltre gli 80-90 anni e la necessità di conseguenza di prevedere risparmi adeguati. Un tool, ad esempio, chiede di scegliere l’età massima per pianificare un risparmio che non è 85 anni come la maggior parte crede, bensì 105 anni. Un calcolatore analizza le spese mensili e le proietta sul futuro molto lontano anche a 30 anni. Ad esempio, con soli 105,97 euro risparmiati al mese dall’uso del web, del cellulare e dello streaming video si otterrebbe un risparmio medio sui 10 anni di 12.716,40 e sui 30 anni di 38.149,20. Investendo questa somma ogni mese in un prodotto UBI Pramerica si potrebbero ottenere sui 30 anni 77.775,00 euro. Con 250 euro al mese la somma sui 30 anni salirebbe a 182.712,00 euro. Il sito rimanda alle filiali delle diverse banche del Gruppo UBI Banca per chiedere i prodotti di risparmio più adatti. La prova è in corso (...)


ubi

Non solo soldi, ma servizi

Le imprese italiane ce la stanno facendo. Dal 2010 al 2014 l’export manifatturiero è salito da 323 a 382 miliardi di euro segnando una crescita del 18,3% e il surplus dei manufatti ha raggiunto nel 2014 un nuovo record, pari a 99 miliardi. Una cifra seconda a quella della Germania, non solo in Europa, ma nell’intero mondo occidentale: per trovare un attivo industriale più alto di quello nazionale, che è il quinto a livello globale, bisogna guardare ai mercati dell’ Estremo Oriente, cioè in Cina, Giappone e Corea. Le banche hanno messo a punto strategie commerciali per le PMI che non si basano soltanto sui prodotti bancari tipici dal conto alla carta di pagamento,dall’affidamento al prestito al mutuo, ma soprattutto sui servizi. Tanti nuovi servizi, quasi tutti innovativi o basati su piattaforme tecnologiche (...)


Giovani e banche

Giovani e banche: un feeling che non si trova

È iniziato. È un riflusso. In altre parole, si è aperta una stagione in cui, in particolare per conti correnti e depositi, la banca torna in campo anche nel segmento di clientela tradizionale e giovani. Target che sembrava dovessero essere affidati in esclusiva alle “nuove banche”, o “parcheggiati” nell’home e mobile banking, per lasciare al marketing i verdi pascoli della clientela affluent. In realtà, pur in presenza di buoni o ottimi risultati in termini di accessi e di successo nei social network, l’online non performa: non arrivano giovani clienti e soprattutto non si firmano contratti (...)


Il futuro dei soldi febbraio 2015

Home e mobile banking: strategie di fidelizzazione dei clienti

L'innovazione gioca un ruolo di prim'ordine nelle strategie di marketing volte fidelizzare i già clienti. Le principali novità introdotte dagli istituti di credito nel bimestre di rilevazione compreso tra dicembre 2014 e febbraio 2015, infatti, riguardano proprio l'implementazione di soluzioni tecnologiche volte a semplificare il rapporto con i clienti, rendendo al tempo stesso più appetibile l'offerta bancaria. Il fulcro dell'innovazione in questo inizio anno ruota quindi per lo più intorno alle due macro-categorie di home e mobile banking che diventano più semplici da utilizzare, intuitive, e user friendly. E introducono soluzioni e servizi di pagamento o di gestione dell'operatività bancaria del tutto nuovi e, finora, mai sperimentati (...)


promodi bg stile libero banca generali febbraio 2015

L'evoluzione del marketing bancario

Il marketing bancario evolve alla ricerca di nuove formule. D’altro canto, con rendimenti sempre in discesa, offrire tassi più vantaggiosi della media non è più vincente. E non bastano più nemmeno riduzioni di spread e condizioni economiche o buoni sconto e gadget.

Il mese di febbraio ha visto la nascita di 3 nuove formule. La prima è di Intesa Sanpaolo che a chi richiede un mutuo regala l’assicurazione auto ViaggiaConMe a zero spese per il primo anno. Riuscendo a vendere, così nello stesso momento due prodotti. E con l’intento di raggiungere gli obiettivi di Banca 5, cioè (...)


unicredit interno filiale piazzale aulenti milano 2014

Revamping. 2015 l'anno della nuova filiale

Nelle filiali è imminente la seconda rivoluzione. La prima, ormai conclusa, ha riguardato l’eliminazione delle code agli sportelli, grazie all’introduzione dei servizi diretti. Quella di oggi riguarda il cosiddetto “contatto personalizzato”, che passa attraverso qualcosa di nuovo e antico insieme: il caffè, il quotidiano e la rivista, la poltrona comoda e il relax, tutto però in formato rigorosamente tecnologico. La filiale 2015 vorrebbe diventare un luogo di accoglienza e ristoro dove (...)


unicredit subitocasa

Aumenta l'offerta di mutui. Cala il rendimento dei conti

Nell’area mutui, l’offerta maggiore continua a registrarsi per richieste con LTV fino al 50%. Ultima ad offrire uno spread sotto il 2% (1,90%) è Banca Carige che a differenza delle proposte dei concorrenti offre anche una durata molto limitata, non più di 15 anni. Il trend di erogare mutui solo a chi dispone di una liquidità significativa ed è disposto a pagare la metà del valore dell’immobile continuerà nel corso dell’anno sia per le grandi banche sia per quelle territoriali. In prima linea resta UniCredit che ripropone la promozione su Mutuo Valore Italia con spread ribassato dal 2% all’1,75%, il più basso attualmente per i variabili.


conto inproprio bancoposta

Speciale Cina. Il ruolo di BancoPosta

Le Pmi italiane stanno lavorando attivamente all’estero anche e soprattutto in Estremo Oriente e così questo numero dedica lo speciale alla Cina e a prodotti/servizi che le banche offrono a chi opera in quel Paese. Tra le offerte più interessanti quelle di Poste Italiane che tra gli altri prodotti ha spinto alla fine dell’anno sui conti correnti, con un’offerta che combina prodotti bancari con quelli telefonici, assicurativi e postali da richiedere come un pacchetto unico.

Il 2015 sarà l’anno dell’Expo milanese per cui ...


carta enjoy skipass UBI

Sociologi OUT. Agenti (immobiliari e assicurativi) IN

Come di consueto il Rapporto mensile La Bussola Retail apre con un trend che delinea le tendenze di mercato

UniCredit ha lanciato il 13 dicembre 2014, con una campagna sui principali quotidiani nazionali con il claim "vendere o comprare casa non è un gioco", la società di intermediazione immobiliare UniCredit Subito Casa. Gli immobili acquistabili sono visibili sui sito www.unicreditsubitocasa.it. Tra i servizi proposti, il Fascicolo Casa, per attestare la regolarità dell'immobile per chi compra e per chi vende.
Intesa Sanpaolo per i servizi extra bancari punta soprattutto sul nuovo portale di ecommerce Created in Italia che, in vista di Expo, permette alle aziende di vendere online i loro prodotti (cibo e turismo in primis).
L'approfondimento sui servizi extra bancari delle principali banche è contenuto nel Rapporto Trend 2015 di Of-Osservatorio finanziario disponibile su richiesta.


La Banca è sempre meno "banca"

Come di consueto il Rapporto mensile La Bussola Innovazione apre con un trend che delinea le tendenze di mercato

Gli istituti di credito fanno sempre meno le banche, e sono alla ricerca di altri strumenti per relazionarsi con i clienti che esulino dall’operatività in senso stretto. Ecco perché la tecnologia gioca un ruolo di prim’ordine nel tentare di risollevare l’indice di fiducia e di gradimento. In questo ultimo numero dell’anno, il principale trend dell’innovazione è proprio quello del restyling tecnologico a tutto tondo, che coinvolge vari aspetti dell’attività bancaria, e mira a trasformarne l’immagine e il posizionamento.

Un primo ambito di sviluppo, come si legge dai piani industriali per i prossimi tre anni, riguarda le filiali che cambiano volto e diventano hi-tech. L’operatività diventa fai-da-te, le barriere visive e architettoniche si assottigliano fino quasi a scomparire, e il rapporto con i clienti diventa informale, mediato da tablet e maxi schermi che (...)


Senza stress (Test) si ricomincia

Come di consueto il Rapporto mensile La Bussola Retail apre con un trend che delinea le tendenze di mercato

La Bussola di Novembre 2014 segnala una generale ripresa dell’attività promozionale e di lancio o rilancio di nuovi prodotti. Nell’advertising è da segnalare la prima volta in TV e sui quotidiani della Cassa Depositi e Prestiti, che ha scelto la voce narrante dell’attore Giancarlo Giannini mentre prosegue la scelta di Claudio Bisio come testimonial dei nuovi spot di Intesa Sanpaolo, la più attiva nelle attività promozionali del periodo anche grazie al lancio delle numerose attività previste per Expo 2015 di cui è Official Global Partner. Banca Mediolanum non rinuncia alla famiglia Doris e il nuovo spot ha come protagonista il figlio del fondatore, Massimo.

UniCredit, che ha appena lanciato una nuova gamma di conti correnti, ha preferito concentrare l’attenzione sull’iniziativa commerciale “Subito Banca Store”, con l’obiettivo, a un anno e mezzo di distanza dal lancio dell’iniziativa, di ampliare la gamma di servizi verso l’e-commerce. Lo testimonia anche il revamping delle sue filiali che stanno via via aprendo a inizio novembre in diverse città. Mentre anche Intesa Sanpaolo sta sperimentando e provando con alcuni clienti le sue nuove filiali. Nei nuovi prodotti, è da segnalare l’attività di “riparametrizzazione” dei conti correnti. Dopo UniCredit con MyGenius, è la volta di Popolare di Bari che ha lanciato la rinnovata gamma Zero24, Pocket e Web, con una novità: (...)


Eppur si muove

Come di consueto il Rapporto La Bussola PMI apre con un trend che delinea le tendenze di mercato

Expo 2015 – e di conseguenza il business agro-alimentare – i pagamenti e più in generale i servizi via smartphone, l’apertura al mercato cinese e le notizie intorno ai progetti di Poste Italiane sono al centro del trend del periodo. Sul fronte agro-alimentare, sono fortemente coinvolti i gruppi Intesa Sanpaolo e UBI Banca. La prima, che è global partner ufficiale di Expo 2015, e che da mesi sostiene le imprese clienti nel diventare fornitori dell’Esposizione, è anche da anni, con Agriventure (Mediocredito italiano dal 1° luglio 2014), impegnata allo sviluppo del business agro-alimentare e verde. UBI Banca ha da poco lanciato una nuova gamma di prodotti per il settore agricolo, con un sostegno promozionale consistente. Ma sono segnalate anche altre iniziative minori, ma ugualmente significative comparate alla forza della banca, quali quelle di Creval e di Banca Etica.

Il Mobile Pos per il commercio insieme alle nuove carte di pagamento con tecnologia NFC sono i prodotti di punta del periodo. Le novità principali nel campo delle tecnologie dei pagamenti arrivano proprio da Poste Italiane (...)


UniCredit, MPS e BCC all'attacco

Come di consueto il Rapporto mensile La Bussola Retail apre con un trend che delinea le tendenze di mercato

L’evento è il lancio della gamma di conti correnti MyGenius di UniCredit. Novità importante per l’impatto che la banca ha sul territorio e perché è un colpo di spugna rispetto alle strategie fin qui portate avanti dal Marketing (leggi la scheda). Si colloca nel filone del conto a moduli “su misura” inaugurato da QuBì di UBI Banca.

Il periodo è caratterizzato anche dall’arrivo (finalmente) di Widiba, la banca online del Gruppo Monte dei Paschi di Siena, dopo un lungo periodo di gestazione, di annunci e il lancio della community. Le prime analisi condotte dagli analisti di Of-Osservatorio finanziario danno per il momento due riscontri positivi. Il primo riguarda l’offerta promozionale: ad esempio, il conto corrente si pone ai vertici della classifica di Of. Il secondo riscontro è la tecnologia: il riconoscimento vocale per l’accesso, token vocale, che rende questo prodotto molto indicato anche a disabili e anziani, ma soprattutto a chi usa cellulare e tablet. Per il momento la community risulta frequentata non secondo le attese e ora bisognerà attendere la verifica all’attività di chatting seguirà quella dell’apertura di nuovi conti correnti.. (...)


Verso la stagione dei rinnovi

Come di consueto il Rapporto trimestrale La Bussola Bouquet Assicurazioni apre con un trend che delinea le tendenze di mercato

Si sta entrando, come di consueto in autunno, nel periodo in cui si valutano le vecchie polizze e si analizzano nuove offerte, soprattutto nel comparto RCA. Le novità più numerose ancora una volta si trovano in questo quadrante della Bussola Assicurazioni con in prima linea Direct Line e più in generale le compagnie online, che sono le più attive nell’animare web, radio e tv.

Sempre più la concorrenza del comparto RCA si fa con la scatola nera (vedi Infografica a pag 20), ultima a proporla in ordine di tempo la Zurich, ma anche AXA-MPS lo ha annunciato a metà settembre, con app e servizi che intendono monitorare lo stile di guida e premiare la prevenzione. La scatola nera è quindi un modo per proporre un premio personalizzato in base a quanto il cliente è virtuoso: paga meno se guida meglio o in base ai rischi che corre ed è valutata positivamente soprattutto dalle donne, che sono poi nelle famiglie le principali responsabili delle scelte negli investimenti e nelle spese. (...)


Apple Pay. “Nemico” o Partner?

Come di consueto il Rapporto bimestrale La Bussola Innovazione apre con un trend che delinea le tendenze di mercato

“Le banche non possono fare tutto da sole”, ha dichiarato Federico Ghizzoni,amministratore delegato di UniCredit commentando il lancio del nuovo sistema di pagamento Apple Pay, a inizio settembre. E in effetti, l’innovazione tecnologica che passa per gli istituti di credito, non può prescindere dall’apporto di terze parti. Vale a dire di soggetti non bancari che, già da alcuni anni si sono affacciati prepotentemente sul mercato, stravolgendone gli equilibri. Come Paypal, prima di tutti, ma anche Google e Amazon.

Ecco perché il potenziale arrivo di Apple Pay potrebbe cambiare ancora una volta le carte in tavola. Stavolta in favore degli istituti di credito (vedi speciale a pag. X). E questo è il primo trend dell’innovazione bancaria. Perché il nuovo sistema di pagamenti senza contatto con smartphone si pone a servizio delle banche, non le ostacola. Almeno stando alle dichiarazioni ufficiali (anche se qualcuno ha dei dubbi).

Resta il fatto che, elimina la dipendenza dalle società di telefonia mobile, consentendo un notevole risparmio nei costi necessari alla realizzazione di partnership (...)


BCE e Banca d'Italia danno la scossa

Come di consueto il Rapporto mensile La Bussola Retail apre con un trend che delinea le tendenze di mercato

Le nuove misure adottate da Banca d'Italia dal 10 settembre per valutare la garanzia di finanziamento con l'Eurosistema dovrebbero rendere più interessante concedere prestiti anche sotto la soglia dei 100mila euro com'era in precedenza e anche per persone con elevato profilo di rischio come i giovani con lavoro a tempo determinato: si prevedono quindi campagne per prestiti finalizzati a famiglie e professionisti - oltre che a Pmi - per prestiti di minimo 30mila euro come stanno facendo da anni le finanziarie. È anche possibile che si riprenda a chiamare vecchi clienti con un mutuo o un prestito in scadenza per proporre soluzioni mirate al miglioramento della propria situazione economica o per migliorie alla casa.

Intanto, sono numerose le novità estive sui mutui: Barclays lancia il primo per la clientela premier, Mps ne costruisce uno per la nuova clientela mentre Credem fa scendere lo spread sotto la quota del 2% anche se solo con un Ltv al 50% e con Creacasa fa salire a oltre l'80% il massimo richiedibile grazie alla partnership con Genworth. Il periodo estivo ha visto promuovere ancora il mutuo Db, Cariparma, Banca Mediolanum, UBI Banca e UniCredit con le stesse campagne di primavera. Nei prossimi mesi potrebbero aggiustarsi al rialzo gli spread visto il calo del tasso di finanziamento della bce a quota 0,05% e con euribor praticamente azzerato (0,02% a un mese).

La situazione attuale è però attendista, si cerca di capire come mai, nonostante tassi vantaggiosi e anche regali, le richieste di mutuo andate a buon fine siano ancora scarse. Tanto che UBI Banca a inizio settembre ha tolto le vetrofanie del mutuo in favore di un prestito per la casa al 5% ricordando che il bonus fiscale è in scadenza. (...)


Carte. Back to cash. Il fenomeno Paypal

Nel segmento delle carte e dei pagamenti si evidenziano alcune importanti novità, che sono descritte e analizzate in questo Rapporto Carte di Credito e Prepagate 2014 di Of.

Back to Cash
Il ritorno al contante è un fenomeno globale, non solo italiano. Tanto che l’allarme più forte arriva da USA e UK, cioè da due nazioni che da sempre sono l’esempio di eccellenza nella lotta al cash. Tanto che era difficile solo fino a qualche anno addietro fare acquisti in USA senza disporre di una carta di credito.

Un fenomeno che, almeno per UK, è stato suo malgrado alimentato dal massiccio impegno di Visa a partire dalle Olimpiadi di Londra, nel distribuire carte virtualizzate nelle sim dei cellulari, con il sistema senza contatto NFC. Complice l’aumento delle percentuali delle commissioni e dei costi.

Anche in Italia, dove il contante non è andato mai fuori moda, si segnala, a partire dal luglio 2014, una recrudescenza del fenomeno back to cash, proprio nel momento in cui sta aumentando il numero di POS senza contatto e di mobile POS disponibili sul mercato.

Difficile prevede dove andrà a parare questo fenomeno, acuito certamente dalla stagnante e lunga crisi economica: se si tratta cioè semplicemente di una sorta di luddismo, oppure di qualcosa di più grave e profondo.

Fenomeno PayPal
PayPal è nel mondo il numero uno nei pagamenti online. Ma la vera novità - e anche il reale pericolo per il mercato delle carte e per le banche - nasce dal nuovo servizio CheckIn con cui la società di San Jose, California intende colonizzare il reale, cioè i negozi, i bar, i ristoranti e in generale ogni luogo dove si fanno acquisti, usando la geolocalizzazione Google. PayPal è sbarcata in Germania come ponte verso l’Europa con un impegno iniziale di 35 milioni di euro ...


Il Cliente Migliore? Il Socio (con le promozioni)

... E se si pensa a quanto le banche abbiano cercato negli ultimi mesi di fidelizzare i propri clienti e di offrire a ogni profilo prodotti su misura, è chiaro che il miglior cliente sia proprio il socio, che non solo è in possesso dei prodotti e dei servizi offerti ma è anche parte attiva nell’organizzazione dell’istituto grazie all’acquisto delle azioni.

Non è un caso, quindi, che alcune banche abbiano deciso di puntare proprio su questa tipologia di clientela. L’ultimo esempio è Banca Popolare di Bari che ha deciso di modificare completamente, da aprile 2014, l’offerta bancaria per i soci creando un portale ad hoc in cui prodotti e servizi sono diversi in base al target di appartenenza (giovani, famiglie, pensionati e business).

Ma anche la Banca Popolare di Vicenza ha nel corso dell’anno proposto promozioni e campagne dedicate a loro. E non mancano le proposte degli istituti di credito più grandi, in prima linea il Banco Popolare e UBI Banca.

Con questo Rapporto Soci, Of-Osservatorio finanziario ha scelto di analizzare prima di tutto i prodotti bancari proposti a questa tipologia di clientela (conti correnti, mutui, prestiti, carte di pagamento e assicurazioni). E ha scoperto che proponendo l’acquisto di un numero minimo di azioni le banche riescono a mettere a disposizione dei soci offerte allettanti.

Come quella di risparmiare fino a 300 euro sul canone mensile del conto corrente, ad esempio, come succede in Banca Etruria, o oltre i 10.000 euro per un mutuo da 100.000 euro. Senza contare che alcune proposte non possono essere sottoscritte dal cliente tradizionale, come nel caso di Banca Etica che dà accesso alle richieste di finanziamento ipotecario solo a chi possiede almeno 5 azioni...


UNICREDIT NON È GOOGLE

“UniCredit non è Google”, ha precisato Roberto Nicastro, DG UniCredit, aprendo i lavori dell’Appathon, la maratona per trovare nuove idee nel campo dell’innovazione bancaria. Precisazione inutile (chi potrebbe confondere la grande banca italiana con il motore di ricerca americano)? Forse no. Anzi opportuna.

Marco Barbuti, responsabile della Direzione del Progetto Multicanalità Integrata di Intesa Sanpaolo, in una intervista a Of, ha ammesso che perfino per un grande istituto bancario come ISP è impossibile competere in certi settori dell’innovazione finanziaria. Come nel segmento dei pagamenti mobile.

“Ci sono attori internazionali di grandi dimensioni, che stanno già investendo molto. Dalle società emettitrici di carte di pagamento, come Visa e MasterCard, alle società di telecomunicazioni, passando per i colossi della rete.

Come PayPal, Google, e tra poco anche Amazon. Noi abbiamo investito nel settore e siamo oggi all’avanguardia, - ha spiegato il manager ISP - ma è difficile fare una previsione.” il mondo sta cambiando. E a volte si ha l’impressione che stia andando molto velocemente e in una direzione che non era quella sperata (leggi l’intervista a pag. 46).

Oltre Google e i suoi recenti annunci sul futuro dei pagamenti, di cui tratta lo speciale in questo numero, anche i servizi di PayPal e di Amazon (tre alieni del mondo bancario), tutti a costi azzerati, stanno rendendo difficile la vita a chi deve misurare la propria competitività sul livello di innovazione. E l’ansia genera anche fughe in avanti verso territori incerti.

Come quando si affida a un gruppo di blogger - co-creation team - lo sviluppo del mobile banking, oppure come quando (è proprio il caso di UniCredit e dell’Appathon, descritto in questo numero, si tenta di imitare proprio Google...).